Slide background

TRASLOCHI

PER LA TUA AZIENDA ED IL TUO BUSINESS

IN TUTTA ITALIA ED EUROPA

Slide background

DA DECENNI LEADER NEL SETTORE BUSINESS

ESPERIENZA E PROFESSIONALITA'

Slide background

FORNITURE LOGISTIC

SUPPORTO DI ARREDI BUSINESS

IL METODO CVN TRASLOG
costi e tempi convenienti – senza stress

DOMANDE PIU’ FREQUENTI PRIMA DI FARE IL TRASLOCO DELL’UFFICIO
FAQ – (Frequently asked questions)

 

 

 

Quanto tempo prima del trasloco, mi conviene contattare e selezionare un’ impresa di traslochi?
Dipende dalla complessità e dalle dimensioni del trasloco. L’esperienza dimostra che prima si inizia e migliori risultati si ottengono sia in termini di organizzazione e di qualità esecutiva sia in contenimento dei costi. Suggeriamo, comunque, contattare un’impresa almeno un mese prima del trasloco.

Quali sono le operazioni che devo fare per identificare l’impresa adatta per il trasloco?
Conviene fare una ricerca generale sul web e una più specifica sulle impresa iscritte all’Albo Nazionale degli Autotrasportatori della propria città, così d’aver partner affidabili professionalmente.

Come faccio a capire che un’impresa è affidabile professionalmente?
Questi sono i criteri abitualmente utilizzati per accertare la professionalità di un’impresa di traslochi:

– essere iscritti all’Albo Nazionale degli Autotrasportatori (la legge vieta l’utilizzo di imprese non iscritte);
– avere esperienza (farsi dare almeno tre nominativi di clienti simili a voi e verificare le referenze);
– essere dotati di idonee e moderne attrezzature (domandare quali attrezzature pensano di usare e farsi dare elenco degli automezzi di proprietà);
– assicurarsi che utilizzino personale inquadrato regolarmente e formati sugli aspetti della sicurezza (se necessario farsi dare il DURC e la dichiarazione di idoneità formativa)
– aver conseguito le certificazioni di qualità e di sicurezza (Certificazione di Qualità ISO 9001-2008 e Sistema di Gestione per la Sicurezza e la Prevenzione (OHSAS18001).
– possedere coperture assicurative adeguate (copertura per danni e furti).

Oltre al semplice trasporto dei beni, quali altri servizi aggiuntivi – e questo fa molte volte la differenza –   deve offrire un’impresa di traslochi eccellente?
Elenchiamo di seguito alcuni servizi aggiuntivi, fra i più importanti:

– programmazione scritta delle operazioni di preparazione ed esecuzione delle attività tali da minimizzare costi, tempi e interruzione attività lavorativa;
– imballo/disimballo scatoloni con relativo sistema di identificazione veloce del contenuto e capacità di smontaggio/rimontaggio arredi;
– distacco/riattacco materiale informatico;
– trasporto attrezzato di articoli di significativo valore economico e di riservatezza, su richiesta e attraverso partner specializzati;
– convenzioni con onlus per donazioni di arredi e attrezzature vecchie e strumenti informatici recuperabili;
– autorizzazione allo smaltimento di arredi e attrezzature vecchie e strumenti informatici irrecuperabili;
– magazzini di stazionamento merci per breve, media e lunga permanenza.

Secondo quali modalità mi conviene domandare un preventivo?
Va chiesto per iscritto, dopo avere fatto fare all’impresa un sopralluogo sia degli uffici in trasloco sia dei nuovi. Per poter facilmente confrontare in maniera omogenea i preventivi diversi, è essenziale che ogni impresa interpellata compili uno stesso format di richiesta.

Oltre a me, chi deve occuparsi della logistica del trasloco?
Per un ordinato e produttivo trasloco – senza stress e con costi e tempi convenienti – è utile che l’impresa che deve traslocare costituisca insieme all’impresa dei traslocatori un Team di Regia, che programmi, definisca e controlli le varie fasi del trasloco, stabilisca una corretta tempistica e comunicazione ai propri dipendenti, coinvolgendoli attivamente. Indispensabile definire Capi Squadra durante il trasloco a cui i dipendenti possano rivolgersi per ogni necessità.

Come posso coinvolgere i miei dipendenti ?
I dipendenti possono essere un’ottima risorsa che riduce tempi di esecuzione e costi. Per questo è essenziale che il Team di Regia faccia con essi o, meglio, con i loro coordinatori incontri di preparazione e di verifica avanzamento lavori in cui ricordi le procedure a cui attenersi.

Chi provvede a richiedere le autorizzazioni per occupazione di suolo pubblico?
Suggeriamo di farlo fare direttamente al traslocatore che ha le capacità tecniche per farlo e che, in genere, addebita i soli costi sostenuti.

Nella preparazione del trasloco chi mi fornisce il materiale d’imballo?
Conviene cha l’impresa di trasloco provveda direttamente a fornire il materiale d’imballo, sollevandovi da ulteriori trattative con altri fornitori e, soprattutto, per essere certi che sia adeguato per quantità e per qualità alla funzione.

Cosa si intende per materiale d’imballo?
Il materiale d’imballo differisce a seconda delle merci da trasportare. In genere è costituito da: scatoloni di varie dimensioni, archivi/scatoloni, cellophane monouso per ricoprire arredi e sedie, bobine tubolari, fogli pluriball e chips in polistirolo per prodotti fragili, coperte, nastro in PVC antiaresidui, specifico per arredi, ecc.

Come devono essere gli scatoloni d’imballo?
Occorrono scatoloni di almeno due misure: un formato piccolo (30x40x30 )   per materiali con peso specifico alto (carta, archivi, faldoni, libri, ecc); uno grande (60x40x30) per materiale voluminoso o che richieda una particolare protezione, come i computer e i server.

Chi ritira il materiale d’imballo utilizzato per il trasloco?
L’impresa che ha effettuato il trasloco deve includere nel proprio preventivo anche il ritiro e lo smaltimento degli imballi utilizzati.
Un’impresa di traslochi attrezzata può sempre mettere a disposizione i propri depositi per il tempo necessario. Non solo: in genere può fornire magazzini anche per tempi medio lunghi o per archivi permanenti storici che non occupino locali della sede.

Vorrei buttare e/o regalare alcuni vecchi arredi e attrezzature prima del trasloco, cosa devo fare?
Non tutte le imprese di trasloco sono in grado di dare una risposta diretta. Per questo è importante che l’impresa di traslochi scelta, abbia le relative autorizzazioni a portare in discarica vecchi arredi e attrezzatura come, pure, che sia convenzionata con onlus che provvedano al ritiro dell’usato e dei computer dismessi.

Come funziona il ritiro da parte delle onlus dei vecchi arredi e delle attrezzature e dei computer dismessi ?
Poche sono le imprese di trasloco che possono offrire un simile servizio: CVN Tras Log è una di queste avendolo gestito, fra l’altro, per conto di Vodafone, Walt Disney, Banca Profilo!
CVN Tras Log, grazie ad una partnership stipulata con una rete di onlus che hanno dimostrato di essere in grado di garantire la riallocazione degli arredi/attrezzatura già dismessi o che si decide di dismettere durante il trasloco, giunge a perfezionare il “processo di donazione” attraverso i seguenti steps con il solo addebito dei costi di sgombero:

– dopo analisi dei beni da donare, identificazione degli enti disposti a ricevere la donazione;
– selezione, carico e scarico degli arredi effettuate tramite proprio personale;
– gestione della documentazione relativa all’atto e all’accettazione della donazione al fine di consentire all’impresa donante la cancellazione, dal proprio libro cespiti , i beni donati;
– nel caso di donazione degli arredi ai dipendenti dell’impresa che trasloca, è assicurata l’assistenza all’organizzazione e gestione di un eventuale open-day   in cui far scegliere ai dipendenti.

E’ possibile, infine, che una selezione di arredi usati, in alternativa al macero o alla donazione possano, tramite CVN Tras Log essere destinati – in conto vendita – al collegato magazzino  “BLITZ”, visitabile al sito www.areabovisa.com

Cosa devo fare se succede un sinistro o un furto durante il trasloco?
Richiedere per iscritto all’impresa traslocatrice di attivarsi a fare denuncia alla propria assicurazione per ottenere il risarcimento.

contattaci

Contattaci, siamo a Vostra disposizione per qualunque tipo di informazione.